Sono passati 3 mesi dallo sgombero della Casa delle Donne. A partire da quel giorno di inizio agosto le progettualità e le energie che hanno reso viva la Casa sono state accolte tra le mura del Laboratorio Sociale, spazio che ha permesso la riapertura dello sportello di ascolto e accompagnamento “Non sei Sol*” e la prosecuzione delle attività politiche e culturali di Non una di Meno.

Nonostante la meravigliosa accoglienza ricevuta in questo periodo dall* attivist* del Laboratorio, sentiamo forte la necessità di riaprire lo spazio tranfemminista da dove partire con le nostre battaglie contro la violenza che ogni giorno di più mina e mette in pericolo i nostri corpi, la nostra autodeterminazione e i nostri diritti.

Lo scorso 2 agosto abbiamo lasciato la Casa con l’impegno, da parte dell’Amministrazione Comunale, di prendere in mano la situazione della struttura per arrivare ad assegnarla regolarmente a Non una di Meno e garantire così la prosecuzione del progetto politico del movimento. In quell’occasione si aprì infatti un canale di dialogo con il Comune che sfociò in un documento (qui allegato) con cui il sindaco Giorgio Abonante si impegnava ad entrare in possesso della struttura entro la fine di ottobre per poi procedere all’assegnazione.

In questo periodo il dialogo con l’Amministrazione è proseguito e sono state gettate le basi per le modalità di assegnazione e di messa in sicurezza della struttura, tuttavia la presa in possesso dello stabile non è ancora avvenuta.

Siamo consapevoli di quanto gli iter burocratici siano spesso ostacoli per il raggiungimento di obiettivi politici, motivo per cui comprendiamo il ritardo nelle tempistiche e sollecitiamo il Comune e la Regione a fare i necessari passaggi per concretizzare l’iter. Le dichiarazioni pubbliche rilasciate lunedì 31/10 dall’assessore Laguzzi in merito alla deliberazione di giunta prevista per questa settimana ci fanno sperare che il primo passo di questo percorso sia a compimento.

Continueremo quindi a mantenere aperto il canale di comunicazione con il Comune nella convinzione che quella del dialogo sia ad oggi la strada più giusta da percorrere ma – come già più volte abbiamo dichiarato – la riapertura della Casa delle Donne resta per noi la priorità assoluta e siamo determinate ad ottenerla con ogni mezzo necessario.

Intanto, mentre l’iter Comune-Regione procede, noi continuiamo ad agire nella quotidianità le pratiche e l’immaginario che ci contraddistinguono e ci prepariamo ad affrontare questo mese di novembre ricco di iniziative:

Il primo appuntamento sarà il 12/11 in Piazzetta della Lega per ribadire il diritto all’autodeterminazione delle donne e delle soggettività LGBTQI+, che di fronte al nuovo governo sessista, omofobo e patriarcale sono pront* a opporre i propri corpi agli attacchi che il prossimo periodo ci imporrà.

Il 19/11 saremo invece al Laboratorio Sociale per ospitare la performance di “MONOSPORTIVA”, progetto di spoken dove la poesia incontra la musica elettronica. La performance inizierà alle 21:30 mentre dalle 20 sarà possibile anche cenare insieme e sostenere economicamente il pullman che partirà da Alessandria il 26/11 per raggiungere la manifestazione nazionale che attraverserà Roma in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne e di Genere.

L’ultimo appuntamento di questo mese sarà infatti proprio il 26, quando scenderemo a Roma insieme a migliaia di donne, uomini e soggettività LGBTQI+ per ribadire che di fronte alla violenza sessista, classista, razzista e omofoba che questo nuovo governo porta con sé e rappresenta, siamo pront* a riprenderci le strade e le piazze di questo Paese. La presenza di personaggi La nomina dei ministri come Lorenzo Fontana, Eugenia Maria Roccella e altri ci disgusta ma non ci spaventa e siamo pront* a rispondere colpo su colpo agli attacchi ai consultori, al diritto all’aborto, alla comunità LGBTQI+ e all’autodeterminazione delle donne e di tutte le soggettività non conformi.

Oggi più che mai, ci serve una Casa per cambiare il mondo!

CONTATTI

NON UNA DI MENO - ALESSANDRIA

Piazzetta Monserrato 1 - 15121 Alessandria - Italia

Lo Spazio Accoglienza della Casa è aperto
in occasione di ogni iniziativa.
Tutte le attività, i laboratori e gli sportelli sono gratuiti.
Per informazioni e adesioni scrivi alla nostra pagina Fb o alla e-mail nonunadimeno.alessandria@gmail.com

NON UNA DI MENO

SOCIAL

LINK NUDM NAZIONALI